Juventus-Cagliari valida per i record. Probabile formazione e diretta.

158278094.jpg


La Juventus di Antonio Conte campioni D’Italia per il secondo anno consecutivo non si accontenta di aver vinto ma vuole stravincere e per farlo vuole battere i record della Juventus di Capello 2005/2006 che detiene il record di 91punti e di 28 vittori in campionato, per farlo dovrà vincere contro il Cagliari in casa e battere la Sampdoria nell’ultima giornata di campionato salendo cosi a quota 92 punti e 29 vittori che diventerebbe il nuovo record.

Queste ultime due partite non saranno importanti solo per i record ma saranno importanti anche per tutti quei giocatori che fino ad oggi hanno poche possibilità di giocare soprattutto in chiave di Mercato.

Non resta che dare un’imbocca al Lupo a tutti ragazzi fate l’ultimo sforzo per finire di Scrivere la Storia dei record.

Juventus-Cagliari, formazioni della partita valida per la 37° giornata del campionato italiano di calcio di Serie A

JUVENTUS-CAGLIARI ore 18

Juventus (3-5-2): Storari; Caceres, Bonucci, Chiellini; Isla, Giaccherini, Marrone, Marchisio, Peluso; Matri, Giovinco
A disp: Buffon, Rubinho, Barzagli, Padoin, Lichtsteiner, Vidal, De Ceglie, Quagliarella, Anelka, Vucinic.All.: Conte
Squalificati: Pogba (2), Pirlo (1)
Indisponibili: Pepe, Asamoah, Bendtner

Cagliari (4-3-1-2): Agazzi; Perico, Rossettini, Astori, Murru; Dessena, Conti, Ekdal; Nainggolan; Ibarbo, Sau
A disp.: Avramov, Avelar, Ariaudo, Del Fabro, Casarini, Eriksson, Cossu, Nenè, Pinilla, Thiago Ribeiro. All.: Pulga-Lopez
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Cabrera, Pisano

 

 

 

 

Canale 1

Canale 2

Canale 3

Canale 4

Canale 5

Ti piace questo servizio? Si allora aiutaci a mantenerlo, scarica gratis uno dei seguenti programmi (sono sicuri e senza virus)

Free Media Player ITA 3PP

ooVoo Videochiamata gratuit…

un piccolo gesto che ci aiuterà a mantenere il servizio.


Juventus-Cagliari valida per i record. Probabile formazione e diretta.ultima modifica: 2013-05-11T11:37:04+00:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento