Quando Jugovic e Zidane schiaffeggiarono l’Inter di Hodgson (Video)

Il 20 ottobre 1996 l’Inter di Mr. Roy Hodgson si presentò allo stadio “Delle Alpi” di Torino forte di un primo posto in classifica che – sino a quel momento – rispecchiava i sogni estivi di una Beneamata finalmente pronta a cucirsi sulle maglie lo scudetto numero quattordici della sua storia. Ad attenderla c’era la Juventus guidata da Marcello Lippi, … Continua a leggere

La storia della Juventus Quarta parte CAMPIONI MONDIALI

 IL RINNOVAMENTO NEL PERIODO 1986-1990 CON MARCHESI E ZOFF Tra il 1987 e il 1990, la Vecchia Signora conosce anni difficili. Con Rino Marchesi sulla panchina, la Juve iniziò la stagione 1986-87 e l’opera di rinnovamento con una vittoria per 2-0 ad Udine contro l’Udinese e nel finale di stagione, in extremis, soffia all’Inter il secondo posto, chiudendo il campionato … Continua a leggere

La storia della Juventus: Terza parte gli anni 70′ 80′

  IL CICLO LEGGENDARIO (1972-1986): LA SECONDA STELLA E LA PRIMA RIVOLUZIONE EUROPEA   Dopo il lungo periodo nelle vesti di giocatore, il 13 luglio 1971, il campione più rappresentativo della Vecchia Signora, Giampiero Boniperti, diventò presidente del club. Con Boniperti si aprì un lungo ciclo trionfale che coincise, come negli Anni Trenta, con i grandi successi della Nazionale di … Continua a leggere

La storia della Juventus: Seconda parte Trio magico

LA SQUADRA DELLA PRIMA STELLA, IL TRIO MAGICO (1958-1961) E LA PRIMA DOPPIETTA La Signora, rinata come SpA nel 1947, vinse lo scudetto al termine della stagione 1949-50, a 15 anni dall’ultimo successo, con 100 reti in campionato e 62 punti, grazie al supporto dal nuovo allenatore, l’inglese Jesse Carver, e di nuovi campioni, come Carlo Parola, Ermes Muccinelli, i … Continua a leggere

La storia della Juventus come non l’avete mai letta prima Prima parte dalle origini al quinquennio

                            Le Origini La Juventus nacque nell’autunno del 1897 a Torino come società civile «per gioco, per divertimento, per voglia di novità» su iniziativa di alcuni giovani studenti del liceo classico “Massimo D’Azeglio”. Stando al documento di cui sopra, è verosimile che i soci fondatori furono i … Continua a leggere

On history: L’ arresto di Viola e Muccinelli

Quando si vuole rievocare episodi nei quali il gioco del calcio ha sconfinato nell’avventura, rischiando addirittura di cadere in situazioni drammatiche, non si può dimenticare quanto è successo alla Juventus, nel luglio del 1951, in Brasile. In quell’anno, fu organizzato un torneo che, in sostanza, era la prima ed inedita edizione della Coppa dei Campioni; solo il meccanismo era diverso, … Continua a leggere

On history: Raimundo Orsi

Alle Olimpiadi di Amsterdam, 1928, l’Argentina era arrivata seconda dietro l’Uruguay. La “stella di Amsterdam” era stata l’ala sinistra della Nazionale del Plata: tutti dicevano che quell’Orsi era un uomo prodigioso e la Juventus decise di assicurarselo. I giornali di allora non pubblicavano fotografie; non esisteva la televisione, perciò vi era grande attesa (non soltanto a Torino) di vedere in … Continua a leggere

In history: “Pennabianca” Ravanelli

Fabrizio Ravanelli, classe 1968, un fisico da lottatore sormontato da una chioma precocemente imbiancata. Ha già giocato per parecchie squadre, prima di esplodere nella Reggiana. È un idolo dei tifosi granata, ma quando viene acquistato dalla Juventus e lasciato in parcheggio a Reggio Emilia per una stagione, viene accusato di tirare indietro la gamba ed, aspramente contestato, lascia una cattiva … Continua a leggere

On history: Luigi Forlano

Luigi Forlano è il primo centravanti della Juventus. Giocava all’inglese, naturalmente, come tutti i calciatori di quell’esordio che imitavano gli inglesi. Non era calcio, era football. Non c’erano strategie, ma grandi rincorse. Il pallone era “ball” e lo inseguivano in frotte. Spesso incespicavano l’uno sull’altro. Spesso uscivano campanili sterminati. I pionieri, con la mano destra sulla fronte per proteggersi dal … Continua a leggere

Grandi campioni: Massimo Bonini

In vista di Juventus – Cesena ecco un uomo che ha fatto la storia di tutte e due le società Al termine della trionfale stagione del ventiduesimo scudetto, Boniperti lo ha definito: «Il nostro fantastico terzo straniero». Più che alla origine anagrafica (è nato a San Marino), il presidente si riferiva al costante rendimento offerto da Massimo Bonini. Il biondo centrocampista … Continua a leggere